Cerca
  • Lara Fasoli

EVENTI ONLINE E IN PRESENZA: 5 MOTIVI PER INVESTIRE SULL’INTERPRETARIATO

Organizzare un evento non è di certo una passeggiata; che si tratti di una conferenza internazionale, una riunione multilingue su scala ridotta o un evento online, sono molti gli aspetti da curare affinché il successo sia garantito: nel caso di webinar ed eventi in remoto bisogna gestire i relatori, lo staff dietro le quinte, i partecipanti e gli aspetti tecnici della piattaforma utilizzata; mentre per le conferenze o riunioni in presenza si aggiungono anche la coordinazione degli arrivi, dei soggiorni e delle partenze, la prenotazione della location, il servizio catering e quello audiovisivo, senza contare la creazione e l’adozione di un protocollo di sicurezza COVID rigoroso e conforme alle disposizioni vigenti.

Non c’è quindi da stupirsi se spesso il servizio di interpretariato viene lasciato per ultimo, con poco tempo e poco budget a disposizione. Non è però azzardato affermare che i servizi di interpretariato siano in realtà la colonna portante di eventi multilingui sia dal vivo che in remoto.

Facendo un paragone con il settore medico, sono molte le similitudini tra l'organizzazione di un’operazione chirurgica e di un evento: bisogna prenotare e attrezzare la sala operatoria con tutti gli strumenti necessari, preparare il paziente, reperire anestesisti, infermieri e specializzandi. L'unica cosa che manca è il chirurgo, l’anello di congiunzione di grado di coordinare tutti gli altri elementi citati e garantire il successo dell’operazione. Certo, gli specializzandi potrebbero cercare di portare a termine l’operazione da soli, ma lascereste operare uno dei vostri cari da personale medico non qualificato? Procedere con l’operazione in assenza del chirurgo, optando quindi per soluzioni non professionali esporrebbe l’ospedale a tutta una serie di situazioni pericolose se non addirittura illegali.

Questo è quanto accade, fuor di similitudine, quando i servizi di interpretazione in eventi con un pubblico internazionale non vengono offerti da professionisti qualificati o sono del tutto assenti: l’investimento di tempo e denaro fatto nell’organizzazione dell’evento andrebbe in fumo se la comunicazione tra i partecipanti non potesse avvenire per via di barriere linguistiche più o meno insormontabili. L’opzione spesso adottata è quella che prevede l’utilizzo di una lingua franca (nel contesto europeo rappresentata nel 99% dei casi dall’inglese), ma nemmeno in questo caso è possibile prevenire del tutto potenziali disastri: la presenza di una sola lingua potrebbe scoraggiare i partecipanti che non dominano appieno la lingua dal partecipare, diminuendo così il numero di potenziali ospiti paganti, causare un alto numero di abbandoni durante lo svolgimento dell’evento (soprattutto se si tratta di un webinar o una conferenza online) o, comportare la perdita di opportunità di vendita in quanto la comunicazione viene minata da barriere linguistiche e culturali.


Ora che abbiamo esplorato nel dettaglio i potenziali scenari negativi che sorgono in assenza di servizi di interpretariato professionali, vediamo il valore aggiunto che invece questi apportano ai propri clienti: ecco i cinque motivi per cui il vostro evento online o in presenza dovrebbe sempre appoggiarsi a servizi di interpretariato professionali.

1. Il primo e automatico vantaggio nell’offrire i contenuti dell’evento che state organizzando in più lingue è l’immediata espansione del numero di potenziali partecipanti. Come abbiamo visto, l’inglese è sì la lingua franca a livello europeo e internazionale, ma quante persone la dominano a un livello tale da poter partecipare appieno a un evento più o meno tecnico e trarre pieno vantaggio dei contenuti offerti? Non molti, purtroppo, come abbiamo riportato nel primo articolo del blog. Questo aspetto è più rilevante che mai alla luce della rapida ascesa degli eventi in remoto, anche conosciuti come eventi virtuali od online, che hanno luogo quindi all’interno di piattaforme come Zoom, GoToWebinar o HopIn. Questo “trasloco” online ha aumentano esponenzialmente il numero di eventi a cui il pubblico può partecipare con un investimento in termini economici e di tempo davvero minimo, e se da una parte la possibilità di accedere ai contenuti nella propria madrelingua non può che essere una motivazione in più per prendere parte a un evento, dall’altra la traduzione dal vivo (o interpretazione simultanea) permette agli organizzatori di eventi di distinguersi dalla massa e aggiungere valore alla propria offerta, diventando più competitivi rispetto alla miriade di eventi virtuali che stanno spopolando online. Finora abbiamo parlato solamente del potenziale pubblico che l’interpretazione è in grado di attrarre a un evento, ma non bisogna dimenticare che i partecipanti non sono gli unici a beneficiare della presenza di interpreti professionisti. I relatori di qualità, spesso la chiave del successo di un evento, non si trovano di certo a buon mercato, e a volte non parlano nemmeno la lingua dell’evento che stiamo organizzando. Perché privarsi di un oratore esperto, affermato e in grado di attirare un alto numero di partecipanti quando è sufficiente investire nell’interpretazione per lasciargli la libertà di presentare contenuto rilevante nella propria lingua madre? Di questo aspetto parleremo più approfonditamente nel terzo punto di questa lista, continuate a leggere! Riassumendo, quindi, confermando la presenza di interpreti professionisti potrete massimizzare la monetizzazione dell’evento non solo online, ma anche in presenza, dove il valore aggiunto dell’interpretazione potrebbe influire sulla scelta di prendere parte o meno a un evento finché non sarà possibile tornare a viaggiare senza restrizioni e in totale sicurezza.

2. Una volta massimizzata la presenza dei partecipanti, passiamo al punto successivo: poter contare su interpreti professionisti permette a ogni singolo partecipante di capire, partecipare ed esprimersi appieno. Una delle maggiori criticità degli eventi virtuali riscontrata dai professionisti del settore è il coinvolgimento del pubblico, coinvolgimento è ancora più a rischio quando il partecipante non ha accesso ai contenuti nella propria lingua madre e deve fare uno sforzo in più per rimanere concentrato sullo svolgimento delle presentazioni. Abbiamo detto che organizzare un evento è già di per sé un compito arduo e alquanto costoso: perché quindi rischiare di comprometterne il successo? Investire in servizi di interpretariato offerti da professionisti assicurerà una comunicazione coinvolgente tra le parti grazie alla preparazione svolta dagli interpreti, che oltre alle competenze linguistiche avranno preparato una terminologia specifica apposita, si saranno informati sullo scopo dell’evento, sulla storia dell’azienda o del brand così come sui vari relatori, il tutto per aiutarvi a raggiungere l’obiettivo prefissato: ottenere nuovi clienti, vendere prodotti o servizi, firmare un accordo, formare il personale od ospitare un pubblico internazionale.



3. Seguendo la stessa falsariga del punto precedente, offrire un servizio di interpretariato durante il proprio evento è un gesto di rispetto nei confronti dei partecipanti e dei relatori. Essere poliglotti e capire più di una lingua è ovviamente un bonus, ma la comunicazione multilingue non è il lavoro degli organizzatori di eventi, dei partecipanti o dei relatori. Sappiamo tutti quanto una persona sia molto più articolata e in capace di condividere le conoscenze personali quando si esprime nella propria lingua madre. Senza interpretazione i vostri relatori e delegati potranno partecipare all’evento solo in parte. Al momento di preparare una presentazione in una lingua diversa dalla propria, la maggior parte dei relatori si ritroverà a semplificare il tutto in modo da potersi esprimere utilizzando le limitate competenze linguistiche a disposizione, ricorrendo spesso a un copione pre-impostato oppure leggendo semplicemente le slide preparate in precedenza. Lo stesso discorso vale per gli esperti tecnici: uno degli esempi migliori che posso condividere è quello di un tecnico preparatissimo e con alle spalle oltre quarant’anni di esperienza sul campo chiamato dall’Italia per una consulenza urgente che ho avuto il piacere di assistere. Arrivato nella fabbrica del Regno Unito, gli è bastata un’ispezione di circa 10 minuti per trovare la radice del problema che affliggeva la strumentazione, ma pur conoscendo la maggior parte della terminologia specifica le limitate competenze linguistiche gli impedivano di comunicare efficacemente quale fosse il nodo della questione e come risolverlo. È proprio in scenari come questi che il servizio di l’interpretazione italiano-inglese si è reso necessario: sono serviti tre giorni di duro lavoro per riparare la strumentazione, cosa che probabilmente non sarebbe stata possibile senza la presenza dell’interprete o avrebbe richiesto molto più tempo e costi molto più elevati.


4. Oltre alla comunicazione verbale, gli interpreti offrono un servizio di mediazione culturale implicito ed esplicito sia durante l’interpretazione stessa che durante le pause (nel contesto, ovviamente, degli eventi in presenza). Le modalità espressive variano infatti da lingua a lingua e da cultura a cultura, anche in quelle che possono sembrare almeno “geograficamente” vicine. Prendiamo il Regno Unito e l’Italia come esempio: da una parte abbiamo la cultura britannica, tradizionalmente più riservata, cortese e meno diretta rispetto a quella italiana, caratteristiche che si riflettono nel tono meno assertivo e indiretto della lingua; dall’altra abbiamo invece una cultura tipicamente mediterranea e quindi più “chiassosa”, che va dritta al punto e talmente diretta da poter essere interpretata come maleducata od offensiva da un ascoltatore anglofono. L’interprete italiano professionista è quindi anche un esperto mediatore che prende in considerazione il significato del messaggio e non le singole parole utilizzate per esprimerlo, adattando culturalmente l’interpretazione in base alla sensibilità dell’ascoltatore.


Passiamo ora alla mediazione offerta durante gli eventi in presenza, dove gli interpreti diventano punti di riferimento per delegati e partecipanti in grado di chiarire dubbi e malintesi, così come intermediari del riscontro che riferiranno poi agli organizzatori dell’evento, permettendogli di rettificare problemi o apportare modifiche in eventi successivi.


5. Ultimo ma non meno importante, affidarsi a interpreti professionisti è una decisione aziendale con vantaggi a lungo termine: utilizzare gli stessi interpreti permetterà la creazione di una relazione mutualmente vantaggiosa: più gli interpreti lavoreranno con voi durante eventi e presentazioni, migliore sarà la qualità del servizio offerto, in quanto conosceranno meglio il vostro prodotto e i vostri clienti. Ecco perché evitare intermediari e affidarsi a liberi professionisti di comprovata esperienza migliora le probabilità di successo sia nel breve che nel lungo periodo.

Se non doveste ancora essere convinti, ecco uno sketch alquanto comino ma allo stesso tempo estremamente accurato di come le cose possono precipitare se l’interpretazione non viene affidata a chi di competenza: ricordiamocelo, parlare due lingue non significa essere un interprete!



Non esitate a mettervi in contatto per qualsiasi domanda, preventivo o richiesta in merito a interpreti di conferenza italiano-inglese per eventi virtuali, online, ibridi e in presenza.

4 visualizzazioni0 commenti